Come fossimo a scuola

  • Stampa

Agli alunni e alle loro famiglie Ai docenti

Oggetto: come fossimo a scuola - didattica on line

La sospensione didattica, fino al 15 marzo così come prevista nell’ultimo DPCM del 4 marzo, ci pone di fronte ad una assoluta novità e ad una incognita, una sfida educativa e di civiltà.

Siamo certamente in parte impreparati a gestire una situazione straordinaria, e nello stesso tempo è importante vivere questo momento come una sfida educativa, di resilienza, e mantenere attivo un contatto con voi bambini e ragazzi al fine da serbare con voi una continuità didattica e formativa e non farvi sentire “in vacanza”, ma anzi, oggetto di cura e di attenzione.

In questa fase iniziale e assolutamente nuova per la scuola, ci si chiede di favorire la prosecuzione delle attività educative da remoto, anche in scuole che non hanno strutturato una solida e condivisa pratica operativa in tal senso; si tratta quindi di mettere in gioco risorse individuali, maturare nuove competenze mentre si provvede ad individuare una serie iniziale di strategie organizzative, riservandosi la possibilità di monitorare strada facendo le iniziative e le criticità e di aggiornarci rispetto ad eventuali successive indicazioni specifiche dal Ministero.

Quindi si consiglia a tutti gli studenti di rimanere in contatto con i propri docenti nei modi che essi stessi proporranno e a tutti i docenti di creare delle strategie operative (soprattutto utilizzando il Registro Elettronico) al fine di avere cura della relazione educativa.

Il Dirigente scolastico Prof.ssa Lidia Cardi